Canzoniere Greganico Salentino, la pizzica è un rituale di salvezza collettivo

Cultura e Spettacolo Prima Pagina

La formazione, premiata come miglior gruppo di world music al mondo, si è esibita ieri in Piazza Ciaia

Se si vuole affrontare il vasto mondo del tarantismo e della pizzica non si può prescindere dal Canzoniere Greganico Salentino, che ieri ha chiuso in Piazza Ciaia la prima settimana della rassegna “La musica riparte” messa a punto da Fasanomusica in collaborazione con l’amministrazione comunale. Questa formazione, composta da Mauro Durante, Giulio Bianco, Emanuele Licci, Alessia Tondo, Silvia Perrone, Massimiliano Morabito e Giancarlo Paglialunga, è stata fondata nel 1975 dalla giornalista e scrittrice Rina Durante, nota per aver contribuito alla diffusione della cultura musicale salentina. E due anni fa si è aggiudicata il premio come miglior gruppo di world music al mondo ai Songlines Music Awards.

Il Canzoniere brilla per fedeltà filologica e capacità di conservare una tradizione bisognosa proprio di cura e rispetto dei suoi rituali. Eppure dell’ensamble si apprezza anche la prospettiva contemporanea che canta la condizione dei migranti, o di un sud lasciato indietro. Il Canzoniere Grecanico Salentino è oggi il gruppo italiano più visibile sul mercato della world music, forte di apparizioni sui maggiori palchi americani ed europei, riuscendo ad aprire la musica folk al grande pubblico senza adagiarsi sui cliché mediterranei e globalist. C’è anche spazio per una inedita commistione con l’hip hop, rivelando la natura duttile delle musiche della tradizione.

La data a Fasano è stata l’unica in Puglia del Canzoniere Greganico Salentino che, dopo un tour per l’Italia, si esibirà a fine agosto in Austria.Il prossimo appuntamento con la rassegna “La musica riparte” è con il Trio Mariozzi in Piazza Mercato Vecchio il 4 agosto.

Fotoservizio di Mario Rosato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *