Anche la città di Fasano celebra la Giornata della Memoria

Cultura e Spettacolo Prima Pagina

Il ricordo dell’Olocausto sarà affidato alle parole dei coniugi Foà. Seguirà uno spettacolo a cura del Teatro Pubblico Pugliese.

FASANO – Un incontro virtuale con la storia attraverso il racconto di testimoni dell’Olocausto e uno spettacolo per gli studenti delle scuole. Per non dimenticare quello che è stato e fare del ricordo non una semplice rievocazione, ma prezioso strumento di discernimento fra bene e il male per il presente e per il futuro. 

Fasano celebrerà così la Giornata della Memoria domani, mercoledì 27, alle ore 10.00, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese con “Visioni, Dialogo con la memoria“. Un incontro virtuale in diretta social (al link https://www.youtube.com/watch?v=gFCzvFbYS34 e sulla pagina Facebook del Comune di Fasano) con Aida e Dario Foà, testimoni della Shoah. Con loro dialogheranno Roberta Ferrara, direttrice della Compagnia Equilibrio Dinamico, Francesco Tammacco, attore e drammaturgo. Interverranno il sindaco Francesco Zaccaria e l’assessore alla Cultura, Cinzia Caroli. Modera Ileana Sapone, responsabile dell’ufficio stampa del Teatro Pubblico Pugliese. 

Durante la diretta online le scuole, ma anche la cittadinanza, potranno porre domande agli ospiti e avrà la possibilità di intervenire «live» sulla chat.

L’incontro è collegato alla diffusione, in anteprima per le scuole aderenti al progetto, dello spettacolo «Once upon the time when pigs were swine» (C’era una volta quando i maiali erano porci), realizzato dalla Compagnia Equilibrio Dinamico nell’ambito della rassegna “La scena dei ragazzi 2020-2021” del Comune di Fasano, a cura dal Teatro Pubblico Pugliese. Lo spettacolo porta in scena una storia d’amore immaginaria ambientata nella Polonia dell’Olocausto, durante la seconda guerra mondiale. 

Presentata in una forma narrativa, la coreografia mira ad evidenziare la diversità culturale della comunità ebrea rispetto alle autorità SS, a volte utilizzando una sottile vena satirica. Una storia coreografica che impegna diverse tematiche, combinando dinamica e intrattenimento, e alterna momenti molto cupi a momenti molto poetici, ma allo stesso tempo crudeli.

La regia video è affidata a Nicola Ieva e Nicola Martinelli che già hanno lavorato con la Compagnia per il progetto de «Lo schiaccianoci e il sogno di Clara» (uno degli eventi clou del programma del Natale di Fasano).

Entrambi gli eventi saranno trasmessi in TV, mercoledì 27 alle 21:30 su Canale 7 (canale 74 del digitale terrestre).
«Riprendendo le parole di Liliana Segre, la memoria è l’unico vaccino contro l’indifferenza – commenta il sindaco Francesco Zaccaria –. Un vaccino però che necessita di continui richiami affinché sia efficace e che deve essere somministrato nel tempo, di generazione in generazione. Perché il male lungo i secoli ha solo cambiato volto, ma conserva sempre lo stesso nome. Ricordare, quindi, è necessario non solo per non dimenticare quello che è stato, in memoria di quanti nella Shoah hanno perso la vita e sofferto, ma è indispensabile per fare esercizio quotidiano di riflessione su quello che ogni giorno accade nella nostra società e condannare in modo fermo e assoluto ogni forma di razzismo e di indifferenza verso le ragioni dell’altro».

Tagged