Rimesso in libertà il fasanese finito ai domiciliari per coltivazione e detenzione di stupefacenti

Cronaca Secondo Piano

La scarcerazione è stata disposta a seguito del processo per direttissima

FASANO – E’ stato scarcerato e rimesso in libertà, dopo il processo per direttissima, il fasanese di 39 anni Domenico Marzolla che ieri mattina (8 marzo) era finito ai domiciliari con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente al fine di spaccio.

Il 39enne era stato arrestato dai Carabinieri della compagnia di Fasano e sottoposto ai domiciliari, come annunciato quest’oggi (9 marzo) da una nota stampa del comando provinciale dell’Arma di Brindisi.

Nel pomeriggio di ieri (9 marzo), si è svolto, presso il Tribunale di Brindisi, il processo per direttissima del 39enne, al termine del quale il Giudice ne ha disposto la scarcerazione e lo ha rimesso in libertà ritenendo lo stupefacente rinvenuto e sequestrato dai Carabinieri per uso personale.

Tagged

Lascia un commento