“Marea rossa” a Torre Canne, la causa sarebbe un’alga bioluminescente

Cronaca Secondo Piano

Il fenomeno visibile nella frazione marinara è dovuto con molta probabilità a una microalga non tossica per l’uomo

FASANO – Il fenomeno della “marea rossa” osservato nella giornata di oggi a Torre Canne (LEGGI QUI), ma anche in altre località costiere come Villanova, è molto probabilmente dovuto a un fenomeno naturale, la fioritura di un’alga.

Stiamo parlando infatti della microalga Noctiluca scintillans, una microalga le cui fioriture sono tipiche dei mesi primaverili con acque del mare comprese fra gli 8°C e i 25°C nei tratti prossimi alla costa.

L’alga si accumula, trasportata dal vento e dalle correnti, in superficie, dove a volte può assumere la tonalità di “rosso mattone”, come in questo caso. Di notte, come si evince dal nome della specie, spesso l’alga assume una colorazione bluastra particolarmente accesa. La specie non è tossica per l’uomo, ma la sua alta concentrazione potrebbe essere dannosa per la fauna marina in prossimità dell’area interessata.

La Puglia, come fa notare l’ARPA Puglia in alcune analisi degli anni passati, non è nuova a questo fenomeno che si è registrato anche nei mesi di maggio 2012, gennaio 2013, gennaio 2014 lungo tratti di costa della regione.

Riferimenti: http://www.arpa.puglia.it/c/document_library/get_file?uuid=11a035dd-e154-4f1d-ab6d-5ee098e3d9f1&groupId=13879

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *