Incidente mortale sulla Fasano-Ostuni, proseguono le indagini

Cronaca Prima Pagina

Fissata la data per il conferimento dell’incarico al consulente tecnico che dovrà accertare la dinamica del sinistro

FASANO – In merito all’incidente mortale avvenuto giovedì della scorsa settimana lungo la strada che collega Ostuni a Fasano, il pm titolare del fascicolo di indagine ha fissato per lunedì prossimo, alle 11, il conferimento dell’incarico al consulente tecnico che dovrà accertare la dinamica del sinistro in cui, giovedì 21 marzo scorso, hanno perso la vita Francesco Bafero, 35 anni, e Giuseppe Marzio, 24 anni, entrambi ostunesi. I due, che erano cognati, lavoravano, rispettivamente come chef e aiuto chef, nel ristorante “L’Agrumento”, a Pozzo Faceto. L’avviso dello svolgimento di accertamenti tecnici non ripetibili è stato notificato all’ingegnere Maurizio Sagace, che è stato nominato dal pm Pierpaolo Montinaro suo consulente tecnico, e a tutte le altre persone coinvolte nel tragico incidente. L’avviso è stato notificato anche ai familiari dei due chef deceduti nel sinistro.

L’incidente è successo nel tardo pomeriggio di giovedì scorso lungo la ex statale 16, nel tratto tra Montalbano e Ostuni, all’altezza di contrada Casamassima. I due cuochi, che erano diretti sul posto di lavoro, erano a bordo di una Volkswagen Golf che, per cause in corso di accertamento da parte dei vigili urbani di Ostuni, è entrata in collisione con un trattore. A seguire si è scontrata con una Mini Cooper e una Fiat Grande Punto. L’impatto è stato tremendo. I due chef sono morti sul colpo e i Vigili del fuoco li hanno estratti dalle lamiere della Golf sono dopo diverse ore dall’incidente. I feriti – quattro in tutto – sono stati trasportati d’urgenza in ospedale con le ambulanze del 118. Nessuno di loro, per fortuna, è in pericolo di vita.

Lascia un commento