Cefali sequestrati dalla Guardia Costiera donati allo Zoosafari

Cronaca Secondo Piano

Per l’alimentazione degli animali

BRINDISI – Un quintale di “Muggine” comunemente chiamato “Cefalo” è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro amministrativo da parte della sezione di polizia marittima ambiente e difesa costiera della Capitaneria di Porto di Brindisi, nel corso di una serie di controlli attuati dalla  Guardia Costiera in ambito pesca, finalizzati al controllo della filiera ittica ed alla tutela del consumatore finale.

L’operazione è frutto di una mirata, attenta e costante presenza dei militari della Capitaneria di Porto di Brindisi, volta a reprimere ogni tipo di attività illecita su tutto il territorio di competenza. Il prodotto ittico, proveniente dalla pesca di frodo è stato individuato nei pressi di un pontile presente nel porto del capoluogo. Tutto il prodotto pescato illegalmente, che ammonta a 100 kg, e stato sottoposto a sequestro amministrativo ed a seguito dei controlli sanitari da parte del Servizio Veterinario dell’ASL di Brindisi “SIAV B”, veniva dichiarato non destinabile al consumo umano e, pertanto, donato allo Zoosafari di Fasano per l’alimentazione degli animali.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *