Bruciano rifiuti: denunciati due fasanesi

Cronaca Secondo Piano

Intervento dei Carabinieri forestali

FASANO – Due fasanesi sono stati denunciati dai Carabinieri forestali di Ostuni. Da alcuni giorni ai Carabinieri forestali erano giunte segnalazioni allarmate di cittadini fasanesi in merito a cattivi odori di plastica bruciata nell’aria. Dopo alcuni pattugliamenti nelle campagne, i Carabinieri Forestali della Stazione di Ostuni hanno individuato e colto sul fatto un operaio che aveva dato fuoco, e continuava ad alimentarlo, a cumuli di plastiche e di contenitori in polistirolo, residui di attività di un’azienda vivaistica, in contrada Lamascopone, all’interno della quale venivano illecitamente smaltiti i rifiuti.

L’operaio, J.P. di 42 anni, unitamente al titolare del vivaio, A.M. di 64 anni, sono stati quindi denunciati alla Procura della Repubblica di Brindisi per i reati, in concorso, di gestione e combustione illecita di rifiuti speciali.
Per i reati in questione sono previste le pene dell’ ammenda da 2.600 a 26.000 euro, e della reclusione da due a cinque anni. Su disposizione dei Militari dell’Arma, l’operaio del vivaio ha dovuto celermente spegnere il rogo; successivamente i cumuli di rifiuti dovranno essere rimossi e conferiti ad apposito centro di raccolta autorizzato.
Intanto, i Carabinieri Forestali hanno provveduto a sottoporre a sequestro preventivo tutta l’area occupato dagli scarti dell’azienda, estesa per circa 600 metri quadri. All’interno della stessa vi erano segni di altri rifiuti già in precedenza dati alle fiamme, per cui si è reso necessario apporre i sigilli.

Tagged