Studenti restano a piedi perché il bus urbano non passa, interviene la Polizia Locale

Attualità Secondo Piano

È accaduto ieri sera nel Fasanese

FASANO – Hanno rischiato di non poter fare rientro a casa 14 studenti di Molfetta, tutti minorenni, che nella giornata di ieri, accompagnati da un docente, hanno fatto visita agli scavi e al museo di Egnazia. Dalla cittadina barese hanno raggiunto Fasano in treno e poi a bordo di un pullman della linea urbana della Sita hanno raggiunto l’area archeologica fasanese.

Ieri sera, poi, dovevano far rientro effettuando il percorso al contrario, ovvero avrebbero dovuto prendere il pullman della Sita da Egnazia per raggiungere la stazione ferroviaria di Fasano e ritornare a Molfetta con il treno delle 20.30.

Per un pelo hanno rischiato, però, di rimanere ad Egnazia.

La corsa della Sita delle 18.15, infatti, non è passata dalla fermata del sito Archeologico e così il gruppo di studenti è rimasto appiedato.

Il docente che li accompagnava non vedendo arrivare il pullman della linea urbana si è subito preoccupato ed ha segnalato l’accaduto al comando della Polizia locale di Fasano.

Dal comando dei vigili urbani hanno tentato invano di contattare telefonicamente la Sita. Non riuscendoci hanno inviato anche una pattuglia al capolinea dei pullman presso la villa comunale. Gli agenti hanno informato dell’accaduto uno dei controllori che si trovava presso il capolinea.

Nel frattempo, però, il tempo passava e l’orario di partenza del treno si avvicinava.

Il rischio che i 14 ragazzi e il docente rimanessero a Egnazia non potendo fare rientro a casa diventava sempre più concreto.

A quel punto diverse pattuglie della Polizia locale, coordinate dal maresciallo Pina Sarcinella, hanno raggiunto Egnazia ed ha accompagnato alla stazione ferroviaria, con le auto di servizio, il gruppo di studenti, che ha così potuto prendere il treno in tempo e fare ritorno a casa.

Tutto è bene quel che finisce bene, recita un noto detto.

Merito questo della Polizia locale fasanese che si è distinta in questa particolare attività di assistenza fornita immediatamente ad un gruppo di ragazzi che avevano deciso di trascorrere una giornata alla scoperta degli scavi e delle bellezze di Egnazia. Un giornata che, solo grazie alla Polizia locale fasanese, si è conclusa senza grossi disagi.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *