Si celebra la settimana di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Attualità Secondo Piano

Il Comitato di Fasano ha organizzato delle attività per festeggiare l’opera dell’associazione umanitaria più grande al mondo e ricordarne l’impegno sul territorio

FASANO – L’8 maggio è una giornata speciale per la Croce Rossa: in questo giorno è nato il suo fondatore, il medico svizzero Henry Dunant, e tutti i Volontari che da allora si impegnano a diffonderne i valori hanno scelto il suo anniversario per celebrarne l’operato.

L’idea di costruire una realtà che potesse difendere i principi umanitari nacque durante la battaglia di
Solferino nel 1859. Sono passati più di centosessant’anni da allora e l’uomo, come essere pensante, sembra non aver imparato a rifuggire dalla violenza. Nell’attuale emergenza umanitaria in Ucraina la Croce Rossa Italiana ha rinnovato il suo credo scendendo in campo a supporto della popolazione civile colpita dal conflitto, inviando viveri e materiali logistici e sanitari. In questo periodo, dunque, celebrare il movimento di Croce Rossa e la Mezzaluna Rossa è un atto indispensabile per confermare i Sette Principi che sorreggono l’impegno di tutti i 17 milioni di Volontari del mondo.

Nella settimana dal 2 all’8 maggio la Croce Rossa Italiana – Comitato di Fasano ha organizzato delle attività sul territorio per festeggiare il Movimento. «La settimana di Croce Rossa è un’occasione per confermare i Sette Principi che animano ogni volontario che sceglie di indossare l’uniforme – ha affermato Roberto Posado, presidente del Comitato di Fasano –. È anche un momento di festa e consapevolezza, oggi più che mai. Il conflitto in Ucraina ci ricorda, terribilmente, quanto sia indispensabile diffondere la cultura dell’umanità. Le attività organizzate dal Comitato hanno questo obiettivo. Ringrazio sentitamente il sindaco Zaccaria per aver rinnovato la collaborazione con il Comitato, scegliendo di esporre l’Emblema di Croce Rossa sul palazzo comunale».

Nella giornata di ieri, 2 maggio, il presidente ha consegnato al sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria, la
bandiera della Croce Rossa che sarà esposta a Palazzo di Città fino all’8 maggio. Inoltre, nella sera tra il 7 e l’8 maggio il Palazzo sarà illuminato di rosso, segno tangibile non solo della potenza dell’Emblema ma anche dell’importanza del ruolo ausiliario che la Croce Rossa ha rispetto ai pubblici poteri.

Per confermare la collaborazione con l’amministrazione comunale e sul territorio, il Comitato ha offerto un corso gratuito di rianimazione cardiopolmonare e di abilitazione all’utilizzo del defibrillatore (BLSD) a
cinque dipendenti comunali, che si terrà il 23 maggio. L’impegno di Croce Rossa è anche diffondere i Principi per creare consapevolezza ed educare. Per questo, il Comitato di Fasano ha previsto delle attività di piazza e nelle scuole.

Oggi e domani, 4 maggio, i Giovani della Croce Rossa saranno impegnati nelle scuole primarie di primo grado, Secondo e Primo Circolo nelle sedi di via Mignozzi e dell’istituto Collodi a Fasano. I Volontari spiegheranno alle classi quinte come chiamare il 118, com’è fatta l’ambulanza e anche come mettere in pratica le manovre salvavita del BLS in un percorso dal titolo “Ambulanza a misura di bambino”.

Giovedì 5 maggio, invece, dalle ore 17:00 alle ore 20:00 i volontari saranno in piazza Ciaia per l’attività di
mass training di dimostrazione delle corrette tecniche di rianimazione cardiopolmonare con manichini. A
questa si aggiunge anche il Face Painting e l’animazione rivolti ai più piccoli. Nella serata saranno promossi i corsi di primo soccorso e di BLSD che il Comitato ha previsto per il 23 maggio.

Per maggiori informazioni, è possibile inviare un messaggio WhatsApp allo 0804414677 (https://wa.me/390804414677). Infine, per tutta la settimana andrà in onda sulle frequenze di Radio Diaconia il programma «Una pillola di Primo Soccorso – Tutti possiamo salvare una vita», scritto dai volontari del Comitato di Fasano e in collaborazione con la radio, nel quale si consigliano comportamenti da adottare in situazioni di emergenza.

È possibile ascoltarlo in onda alle ore 6:45, 11:10 e 17:35 oppure in podcast sul sito www.radiodiaconia.it.


Tagged