Presentato il progetto “Nord-Sud-Ovest-Est: Orientiamoci”

Attualità Secondo Piano

Il bando relativo al servizio civile universale prevede per Fasano quattro posti per giovani tra i 18 e i 29 anni

FASANO – Nel corso della giornata odierna si è svolta una conferenza stampa nella sala di rappresentanza di Palazzo di Città, con la presentazione del progetto “Nord Sud Ovest Est: Orientiamoci”, promosso dall’Assessorato alle Politiche giovanili e del lavoro del Comune di Fasano e dall’Acli, che rientra nel Bando 2020 del Servizio Civile Universale.

Nella conferenza stampa, trasmessa in diretta sul canale ufficiale Facebook “Città di Fasano”, è intervenuto l’assessore alle Politiche Giovanili e del Lavoro Giovanni Cisternino.

«I principali obiettivi di questo importante progetto – ha spiegato Cisternino – sono tre: rendere i giovani cittadini attivi, consapevoli e responsabili del proprio futuro attraverso percorsi educativi e di orientamento; educare i giovani al senso civico e alla cittadinanza attiva, perché siano protagonisti e parte integrante del tessuto socio-economico del proprio territorio e attenti a quanto può essere definito bene comune; informare i giovani con l’intento di supportarli nei processi di ricerca e di selezione di informazioni per orientarsi nel campo della formazione e del lavoro. 

È fondamentale sottolineare che l’attività informativa sarà supportata da una contestuale attività di orientamento, finalizzata a spronare i giovani, che spesso non hanno le idee chiare, a cogliere le opportunità migliori rispetto alle loro reali esigenze, competenze, capacità».

L’assessore Cisternino è poi entrato nello specifico del bando, affermando: «Il Servizio Civile Universale 2020, per quanto riguarda il Comune di Fasano, prevede quattro posti disponibili. I giovani che verranno selezionati saranno impegnati per 5 giorni a settimana, per un totale di 25 ore».

Potranno fare richiesta di partecipazione al bando tutti i giovani che presentano i seguenti requisiti:

  • Età compresa tra i 18 ed i 28 anni e 364 giorni (anche 29 compiuti se il Servizio Civile è stato interrotto a causa del Covid nel Bando 2019);
  • Cittadinanza italiana oppure cittadinanza degli altri Paesi dell’Unione Europea, oppure cittadinanza non comunitaria ma con permesso di soggiorno;
  • Non aver riportato condanne;
  • Non aver già svolto il Servizio Civile Nazionale (salvo alcuni casi esplicitati nel Bando 2020)
  • Non avere avuto, nell’ultimo anno, un rapporto di lavoro o collaborazione retribuita, di qualsiasi tipo, superiore a 3 mesi con l’Ente al quale si fa domanda di Servizio Civile;
  • Non appartenere a corpi militari o alle forze di Polizia.

Sarà possibile presentare la domanda entro e non oltre le ore 14.00 dell’08 febbraio 2021.

Quest’ultima potrà essere presentata esclusivamente online e mediante l’accesso alla piattaforma DOL (Domanda On Line), che è lo strumento informatico per presentare la domanda di partecipazione al Bando di selezione di operatori volontari del Servizio Civile Universale.
La piattaforma consente ai giovani di compilare e inviare la domanda attraverso PC, tablet o smartphone, senza moduli cartacei da riempire, raccomandate da spedire o documenti da consegnare a mano.
È possibile raggiungere la piattaforma DOL direttamente da domandaonline.serviziocivile.it o attraverso i siti istituzionali e i canali social del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, tra cui scelgoilserviziocivile.gov.it dedicato specificatamente al bando di selezione per operatori volontari.

Tutti i cittadini italiani residenti in Italia o all’estero possono accedere alla piattaforma DOL esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. È possibile richiedere l’identità SPID al gestore che si preferisce che, dopo aver verificato i dati dell’utente, emette l’identità digitale, rilasciando le credenziali (nome utente e password).

Per ottenere le credenziali SPID è necessario:

  • un indirizzo e-mail;
  • il numero di telefono del cellulare che si usa normalmente (non è necessario essere l’intestatario del contratto);
  • un documento di identità valido (carta di identità, passaporto, o patente);
  • la tessera sanitaria con il codice fiscale.

Per scegliere uno degli Identity Provider basta collegarsi al sito ufficiale del Governo oppure seguire direttamente questo link.

Una volta inviata correttamente la domanda, basterà attendere l’esito delle graduatorie che verranno pubblicate sul sito istituzionale de www.comune.fasano.br.it e sul sito www.serviziocivile.acli.it.

Tagged