Palazzo di Città si accende di bianco contro il cancro al polmone

Attualità Secondo Piano

La campagna di sensibilizzazione promossa da Alcase Italia e patrocinata dall’Amministrazione Comunale

FASANO – Illuminare un monumento o un luogo della città di bianco per sensibilizzare la comunità e le istituzioni nella lotta al cancro al polmone. È l’iniziativa “Illumina Novembre” promossa da Alcase Italia nella persona del referente locale Marco Mancini e patrocinata dal Comune di Fasano per tramite dell’Assessore alle Politiche Sociali Angela Carrieri, che da domenica scorsa – e fino a domenica prossima – accende di bianco la facciata principale di Palazzo di Città.

“É una iniziativa sostanzialmente simbolica – dichiara il referente locale di Alcase Italia, Marco Mancini – ma al tempo stesso significativa. Illuminando di bianco un monumento della città, l’associazione di cui mi onoro di far parte prova a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo importante tema, ovvero quello della lotta al cancro al polmone, grave patologia che nonostante i progressi scientifici provoca ancora troppe sofferenze a pazienti e familiari. Stiamo vivendo un momento storico delicato – prosegue Mancini – in cui la pandemia da Coronavirus sta mettendo a dura prova il nostro sistema sanitario. Molti screening vengono oggi rinviati (circa 1 milione e 400 mila solo nei primi 5 mesi dell’anno) mettendo a repentaglio azioni di prevenzione e molte diagnosi di tumore tarderanno ad arrivare, con il grave rischio di curare i pazienti nella fase avanzata ed acuta della malattia, riducendo di fatto le possibilità di sopravvivenza. Rischiamo di avere di qui a pochi mesi, come affermano gli esperti, una pandemia di cancro.

Molti sono i progressi scientifici fatti in questo campo come le terapie biologiche ed immunologiche, ma sono passi in avanti che rischiano adesso di vanificare la loro efficacia, dinanzi ad un contagio da Covid-19 che non accenna ad arrestarsi. Ancor più forte diviene dunque il senso di responsabilità di tutti noi nell’indossare la mascherina e seguire le regole fondamentali per evitare il diffondersi del virus, proprio per tutelare le fasce più deboli della popolazione. Tra questi rientrano, ovviamente, tutti i pazienti oncologici. Ed è così che “Illumina Novembre” diviene un evento che assume un significato profondo ed importante.

Ringrazio l’amministrazione comunale per aver accolto il mio invito e l’assessore Angela Carrieri per aver sostenuto l’iniziativa. Ed infine ringrazio tutti quei cittadini e quelle associazioni che hanno aderito all’evento. Un grazie particolare va all’associazione dilettantistica “Giovanni Custodero – Il guerriero sorridente” nelle persone di Marianna Custodero e mamma Elena Maggi, che hanno deciso di vestire di bianco i locali dell’associazione e la statua dell’elmo del Guerriero Sorridente inaugurata qualche settimana fa a Pezze di Greco.

Non dimentichiamoci di chi soffre – conclude Marco Mancini – e di tutti coloro che vivono drammi quotidiani a causa di queste maledette patologie”.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *