L’Alberghiero di Fasano al concorso “More taste than sugar”

Attualità Prima Pagina Rubrica Scuola e Università

Organizzato dal “Leo Club”, sezione di Fasano

FASANO – L’Istituto Professionale Statale Alberghiero “Gaetano Salvemini” di Fasano, presieduto da Maria Convertino, si conferma capofila nel proporre ricette innovative, frutto della perfetta sinergia tra docenti e studenti.

Il professore di Enogastronomia Giovanni Legrottaglie e la professoressa di Scienze dell’Alimentazione Claudia Lippolis con la classe 5C Enogastronomia hanno ideato un primo piatto che è stato particolarmente apprezzato al concorso “More taste than sugar”,  organizzato dal “Leo Club”, sezione di Fasano.

“La modalità di partecipazione – dice la presidente del Leo Club Fasano, Mirka Sarcinella – richiedeva la preparazione di una ricetta adatta ad un diabetico, che potesse unire l’idea di gusto e di adattabilità all’alimentazione corretta per una persona diabetica”.

“Saranno decretati due vincitori – aggiunge Mirka Sarcinella –  quello per il maggior numero di like ottenuti su Instagram e quello per la miglior completezza della ricetta e aderenza alla richiesta”.

In giuria ci sono la dottoressa Chiara Venditti, medico nutrizionista, Francesco Perrella, presidente Leo Club Italia, Martina Fariseo, coordinatrice area comunità Leo Club Italia.

Il concorso viene promosso dal Leo club Italia e ogni partecipante ha come sponsor il Leo club locale, in questo caso il Leo Club Fasano, guidato per quest’anno sociale 20/21 da Mirka Sarcinella.

“I premi ufficiali – prosegue Mirka Sarcinella – assegnati alle due ricette migliori (di ideatori diversi),  consistono in una patch ai Leo Club sponsor ed un attestato di partecipazione ai due ideatori”.

“I vincitori – conclude Mirka Sarcinella –  saranno contattati dal Multidistretto Leo 108 ITALY nei giorni successivi alla chiusura dell’iniziativa tramite la funzione “direct” di Instagram e saranno successivamente proclamati attraverso la pubblicazione del post delle foto vincitrici sul profilo Instagram”.

“Abbiamo proposto – dice il professore Giovanni Legrottaglie, in collaborazione con la professoressa Claudia Lippolis, che ha curato  nello specifico l’apporto nutrizionale – un primo piatto con paccheri integrali su crema di carciofi, pomodorini regina e straccetti di tacchino con noci, capperi e parmigiano. Un piatto degno della nostra tradizione gastronomica, che, oltre a rispettare la salutare dieta mediterranea, valorizza appieno carciofi, pomodori regina, noci e capperi, tipici prodotti della nostra terra“.

“Gli studenti – prosegue il professore Giovanni Legrottaglie – si sono impegnati al massimo nella preparazione di questo primo piatto che hanno poi degustato sempre nella massima sicurezza e nel rispetto del protocollo anti-covid”

Nonostante il periodo di emergenza sanitaria, l’Istituto Professionale Alberghiero “G. Salvemini” porta avanti, nella massima sicurezza, i laboratori di cucina e pasticceria grazie all’impegno e alla professionalità del corpo docente, coordinato dalla dirigente professoressa Marella Convertino.

“Il nostro Istituto ha messo in campo tutto l’impegno possibile per garantire – precisa la dirigente Convertino – la frequenza in sicurezza delle attività dei laboratori in presenza agli studenti delle varie classi di Enogastronomia, Sala Bar e Pasticceria, Ricevimento, rispettando puntualmente il protocollo sanitario predisposto a livello ministeriale”.

“Si tratta di un servizio molto importante – conclude la dirigente Marella Convertino – che consente agli studenti del nostro Istituto di apprendere e migliorare le competenze e le conoscenze acquisite negli anni precedenti. Nonostante le difficoltà del momento, siamo orgogliosi di portare avanti tale servizio che è di vitale importanza per la crescita e il successo formativo dei nostri studenti.”

Tagged

Lascia un commento