La Pro Selva ha presentato il programma SelvaEstate 2019

Attualità Secondo Piano

Bilancio dell’attività invernale e presentazione delle iniziative estive durante l’assemblea dei soci

FASANO – Sarà un’estate ricchissima di manifestazioni, concerti e spettacoli quella che sta per cominciare a Selva di Fasano grazie alle tante iniziative che si susseguiranno nei prossimi mesi e che metteranno la collina fasanese al centro dell’attenzione di pubblico, residenti e villeggianti.

E’ quello che è emerso nel corso dell’assemblea dei soci dell’Associazione Pro Selva, presieduta da Rosanna Petruzzi Lozupone, che da quasi 30 anni si impegna per tutelare e valorizzare la collina fasanese. L’incontro svoltosi presso il Boho Caffè in viale Toledo è servito sia per tracciare un bilancio delle attività svolta nel periodo invernale che per presentare il calendario di manifestazioni, il SelvaEstate 2019.

All’incontro ha partecipato l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Ventrella, il quale ha sottolineato come la collaborazione tra Associazione Pro Selva e amministrazione comunale stia consentendo di realizzare interventi che servono a migliorare la vivibilità della località che può diventare il fulcro di iniziative culturali e centro di interesse del territorio. Ha ricordato gli interventi di rifacimento della pubblica illuminazione in viale Toledo, della pitturazione e sistemazione delle panchine e dei prossimi interventi per il taglio di erbe infestanti, il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale e l’estendimento della pubblica illuminazione in zone non servite.

Il consigliere Pier Francesco Palmariggi, con delega all’internazionalizzione del territorio, ha annunciato che è stato presentato al Ministero dei Beni Culturali il progetto definitivo per la valorizzazione del Minareto, destinatario di un finanziamento di 800.000 euro; dopo l’estate dovrebbero partire i lavori che entro la prossima estate riconsegnaranno alla collettività Villa Damaso Bianchi pronta ad accogliere iniziative culturali di spessore. Per questa estate il Minareto sarà invece sede dei concerti del Bari in Jazz, il festival metropolitano con un cartellone di 9 concerti dal 7 al 20 agosto con spettacoli di certo appel sul pubblico.

E’ intervenuto anche il gestore della Casina Municipale, Elio Schiavone, con il produttore teatrale Michele Ido, che hanno annunciato una serie di iniziative tra cui appuntamenti musicali e il Mediterraneo Festival, manifestazioni che daranno una scossa all’attività culturale silvana, con la presenza di scrittori, attori, personaggi dello spettacolo, presentazione di libri, proiezioni di film, consegne di premi, ecc. – Annunciata la presenza, tra gli altri di Rita Dalla Chiesa ed Ettore Bassi.

Il programma SelvaEstate 2019, che si articolerà tra fine giugno e metà settembre, prevede molte manifestazioni tra cui:

  • 23 giugno: “Tappeti di fiori alle Selva” manifestazione floro-viviastica;
  • 7 luglio: “I primi mille giorni di vita” incontro con il pediatra dott. Rocco Marzolla;
  • 14 luglio: “Pranzi di Famiglia” presentazione del libro di Romana Petri;
  • 16 luglio: “Infinito Leopardi” incontro con il prof. Trifone Gargano;
  • 30 luglio: “Lamiere. Storie da uno slum di Nairobi” presentazione del libro a fumetti di Danilo Deninotti, Giorgio Fontana e Lucio Ruvidotti;
  • 1 agosto: “Accadde a Fasano 1943-1946” con Pino Pantaleo;
  • 2 agosto: Presentazione di codici miniati in ristampa anastatica a cura della casa editrice Imago – prof.sa Barbara Bertoni;
  • 11 agosto: “Giornata della Selva 2019”;
  • 14 settembre: Festa dell’Uva.

Insomma, una nuova primavera sembra sorgere per la Selva di Fasano e l’estate 2019 si annuncia molto “calda”, almeno sotto il profilo culturale grazie alla sinergia pubblico – privati che passa per la Pro Selva,  le altre associazioni e coinvolge gestori di attività commerciali e pubblica amministrazione.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *