“Fatto in Bottega” alla quinta edizione del “Materia Independent Design Festival”

Attualità Secondo Piano

La più importante manifestazione del Sud Italia dedicata al design

FASANO – L’Associazione fasanese “Fatto in Bottega”, presieduta da Vito Olive, ha preso parte alla quinta edizione del “Materia Independent Design Festival”, la più importante manifestazione del Sud Italia dedicata al design, ideata e organizzata da Officine AD degli architetti catanzaresi Domenico Garofalo e Giuseppe Anania. Il Festival, allestito dal 2 al 4 ottobre in un “luogo immaginario” che ha sfruttato le vetrine di Facebook e Instagram alla luce del particolare momento storico, ha visto la presenza di alcuni tra i principali designer contemporanei italiani sotto la direzione artistica di Antonio Aricò, designer calabrese conosciuto sulla scena internazionale.

“Materia sospesa: il design come Rito italiano sospeso nel tempo”: questo il tema della collezione caratterizzata dall’esposizione di oggetti simbolici legati al tema religioso rivisitato in una chiave di lettura contemporanea. Tra i simboli religiosi e gli arredi delle chiese rivisitati, sono state ammirate anche le lanterne realizzate da “Fatto in Bottega”. Si tratta appunto delle lanterne intitolate “Patina”, in ottone e in rame ossidato con una base in pietra di Apricena, disegnate dalla designer fasanese Valentina De Carolis e realizzate a mano da OliveArte in Rame e Piero Monitillo. 

«Le candele diventano preziose, custodite in un oggetto raffinato realizzato con materiali di pregio e lavorati a mano con tecniche che li rendono unici grazie alle straordinarie capacità degli artigiani coinvolti» – spiega Valentina De Carolis a proposito della creazione selezionata per “Materia sospesa”.

«Siamo orgogliosi di essere stati selezionati e di aver partecipato con un nostro prodotto a questo importante appuntamento per l’intero Sud Italia – commenta Vito Olive, presidente del giovane sodalizio nato con l’obiettivo di promuovere progetti e attività legati all’arte, all’artigianato e al design –. Ci auguriamo che possano esserci nuove occasioni di confronto e arricchimento come questa».

Tagged

Lascia un commento