Emissioni sonore nei locali pubblici, il sindaco firma l’ordinanza

Attualità Secondo Piano

Il documento regola le emissioni per il pubblico spettacolo

FASANO – Quando turismo e qualità della vita coesistono, bisogna imporre delle regole per il rispetto dell’ambiente e della salute pubblica. Il sindaco Zaccaria ha così emanato un’ordinanza in merito alle limitazioni degli orari di utilizzo delle fonti di emissione sonora nei pubblici esercizi e nei locali e luoghi dove vengono svolte attività di pubblico spettacolo e di intrattenimento.

Nelle «attività economiche e pubblici esercizi di somministrazione, ricettivi, compresi quelli balneari, e di intrattenimento l’utilizzo di fonti di emissione sonore fisse o mobili è prevista la cessazione alle ore 3.00 dopo la mezzanotte per il periodo: 11 luglio – 15 settembre 2019 per le giornate di venerdì e sabato, nonché nelle giornate prefestive» per «garantire maggiore prevenzione dei fenomeni che compromettono la qualità e la salubrità dell’ambiente», in materia di inquinamento acustico e salute pubblica.

Da sottolineare che «per le attività svolte mediante l’utilizzo di fonti sonore fisse o mobili poste all’interno di locali chiusi, non sono previsti limiti di orario, solo ed esclusivamente quando dette attività non comportino emissioni sonore che si propaghino all’esterno del locale ovvero non creino disturbo ai cittadini.

Chiunque, nell’esercizio o nell’impiego di una sorgente fissa o mobile di emissioni sonore, supera i valori limite di emissione e di immissione, è punito con il pagamento di una somma compresa da € 260,00 a € 1.100,00».

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *