Domenica Piccoli, da Montalbano al comando della Polizia Locale di Cisternino

Attualità Prima Pagina

La comandante sarà pronta a dedicarsi anche ad ambiente e randagismo

FASANO – «Il mio obiettivo principale è quello di garantire una presenza costante sul territorio che non sia soltanto repressiva ma altresì preventiva, di collaborazione rispetto alle esigenze dei cittadini e della collettività». Sono le dichiarazioni rilasciate a Gofasano da Domenica Piccoli, cittadina fasanese, che dal 15 febbraio 2022 ricopre l’incarico di Comandante della Polizia Locale del Comune di Cisternino. 

Ritorna, infatti, dopo quasi vent’anni, nella città che l’ha accolta per la sua prima esperienza in polizia, quando in quel luglio 2003 ci arrivò dopo la laurea in Giurisprudenza. Successivamente agli incarichi ricoperti nei comuni di Mesagne e Ostuni, furono 12 gli anni a San Michele Salentino, con ultimo anno da Comandante, a cui seguì, nel settembre 2019, il trasferimento a Martina Franca come Ufficiale di Polizia Locale, per occuparsi specificatamente di ambiente, edilizia e polizia giudiziaria.

Oggi Domenica Piccoli, come detto, è Commissario Capo a Cisternino, pronta a dedicarsi anche ad ambiente, randagismo, protezione civile e servizi cimiteriali.

«È un grande onore per me, a distanza di anni, ritornare a Cisternino, città a cui sono legata affettivamente per la mia prima esperienza in polizia. È un comune che apprezzo per l’organizzazione e la cura del territorio e ringrazio il sindaco Lorenzo Perrini per la fiducia riposta in me tra i tanti partecipanti alla selezione – dichiara il Comandante -. Ho ritrovato dopo quasi 20 anni, i colleghi che mi hanno insegnato le prime nozioni sul campo.  

Qui, oggi, sono in un comando di persone ben preparate e organizzate. Il mio obiettivo è quello di massimizzare le competenze e le professionalità sul campo. Tutto è migliorabile. 

Come Polizia Locale – prosegue – siamo di solito oberati di pratiche amministrative che, ahimè, sottraggono tempo alla nostra attività operativa ma non dobbiamo dimenticare qual è il nostro ruolo prioritario: l’essere al servizio della cittadinanza sul territorio. La peculiarità è essere Polizia di prossimità e quindi direttamente collegati al cittadino che vede in noi un riferimento per qualsiasi problematica, anche non strettamente collegata alle nostre competenze».

L’incarico della nostra concittadina ha la durata di 6 mesi, salvo proroghe. Intanto, le porgiamo i nostri migliori auguri.

Tagged