Covid drive-in Fasano-Anas, Amati: “Allestita in tempi record la struttura più grande di Puglia”

Attualità Prima Pagina

Entra in funzione a partire da oggi

FASANO – Entrato in funzione questa mattina il secondo Covid drive-in a Fasano. “Con il Covid drive-in allestito nel Centro manutenzione Anas di Fasano, la Asl di Brindisi si dota, in rapporto alla popolazione, della più grande rete di monitoraggio della Regione. Ma c’è anche che oggi è partito il più grande sito Covid drive-in della regione e con un potenziale di utilizzo interprovinciale e h24”. Lo dichiara il Consigliere regionale Fabiano Amati.

“Grazie ad Anas e al suo Responsabile territoriale Vincenzo Marzi – prosegue Amati – alla Asl Brindisi e al suo Direttore generale Giuseppe Pasqualone, e al Comune di Fasano e al Sindaco Francesco Zaccaria.

Nell’ambito di un importantissimo programma promosso dalla Regione Puglia, a tempo di record e in una alleanza inedita Anas-Asl, ci arricchiamo da oggi di un ulteriore punto di monitoraggio per contribuire a vincere sul dramma che stiamo vivendo.
È stato meraviglioso vedere il personale Anas e le sue appaltatrici, a lavoro anche nei giorni festivi e in gara per offrire la prestazione più virtuosa. È stato altrettanto entusiasmante vedere il continuo aprirsi a un carico di lavoro sempre più grande dei tecnici e del personale Asl e del Comune di Fasano.
Ma siccome questi grandi gesti hanno un volto, la mia gratitudine va a tutti gli infermieri addetti ai Covid drive-in, soldati in grado di trasformare la paura in coraggio e in questa occasione rappresentati da Massimo Dell’Aquila, Claudia Colì, e a tutte queste persone: per l’Asl Brindisi Andrea Gigliobianco, Direttore sanitario e Giuseppe Perrone, Renato Ammirabile e Damiano Oggiano, tecnici.

Per Anas Vincenzo Marzi, Responsabile della Struttura territoriale Puglia, Roberto Sciancalepore, Dirigente tecnico manutenzione, Luigi Mazzone, Responsabile Centro manutenzione, Vitino Divenere, Responsabile nucleo, Francesco Zaccaria, Salvatore Sasso e Luciano Falletta, Caoi cantonieri, Alessandro Rizzi e Nicola Morea, impianti tecnologici. E grazie anche alla generosità del dipendente Anas in pensione Francesco Cofano.
Per l’affidante Anas la Ditta Proto Giuseppe e il figlio Cosimo Proto, con il suo tecnico Riccardo Re e i collaboratori Salvatore Sasso, Antonio Recchia, Costanzo D’angeli, Mimmo Corradi, Andrea Masiello, Paolo Fanelli, Toni Summa, Antonio Denitto, Mimmo D’Angeli, Cosimo D’Aprile.
Per l’affidante Anas la Ditta Elettrotecnica Vi.Gi di Rinaldi Vito e i collaboratori, Giuseppe Lattarulo, Leonardo Mincuzzi, Salvatore Mincussi, Gianfranco Donghia e Gianluca Cazzolla.

Per il Comune di Fasano il corpo di Polizia locale e Leonardo Angelini.
Per l’affidante Comune di Fasano la Gial plast e il direttore Vincenzo Bianchini.
Per l’affidante Asl la Ditta L’idraulica di Walter Galizia e il suo collaboratore Leo Di Bari.
Per la Sanitaservice Giovanni Di Tano.
Per l’affidante Asl la Ditta Digipoint Grafica Segnaletica con il suo Domenico Schiavone.
Per Acquedotto pugliese – conclude Amati – Emilio Tarquinio, Responsabile MAT TA-BR, Claudio Gatto, responsabile Brindisi, e Saverio Suma”.

Tagged

Lascia un commento