Coronavirus, la Polizia locale denuncia tre fasanesi per violazione del decreto Conte

Attualità Prima Pagina

Sette nuovi casi di Coronavirus in provincia di Brindisi. Zero i casi registrati a Fasano

FASANO – Le forze dell’ordine stanno eseguendo controlli a tappeto su tutto il territorio fasanese a qualunque ora del giorno e della notte per controllare la gente che si sposta in auto o a piedi e per verificare se tutti sono in possesso di giustificati motivi per gli spostamenti, così come previsto dai diversi decreti emessi negli ultimi giorni dal premier Giuseppe Conte per contrastare il diffondersi su tutto il territorio nazionale del Coronavirus.

Ai 15 fasanesi denunciati dai Carabinieri l’altro giorno (venerdì 13 marzo) se ne aggiungono altri 3 denunciati dalla Polizia locale di Fasano, guidata dal comandante Luigi Vella. Gli agenti della Polizia locale nella giornata di ieri (14 marzo) hanno denunciato una parrucchiera fasanese e una sua cliente, la prima che stava esercitando l’attività contravvenendo al divieto imposto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e la seconda che, ovviamente, era uscita di casa senza un giustificato motivo. Un altro fasanese, invece, è stato denunciato dalla Polizia locale perché sorpreso all’autolavaggio mentre ripuliva la sua automobile.

Innumerevoli controlli nel corso della giornata e della nottata sono stati eseguiti da Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia locale.

Nel serata di ieri nei centri abitati del territorio fasanese, oltre a Fasano città anche nelle frazioni, si registrava un’aria davvero surreale, con pochissima gente in giro e pochissime auto, e con controlli in varie parti del territorio.

Ricordiamo a tutti i fasanesi che è vietata ogni forma di assembramento di persone, è vietato ogni spostamento, salvo che per motivate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Inoltre i soggetti con sintomatologia respiratoria e febbre devono rimanere a casa e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.

Chi non rispetta questi obblighi e’ punito ai sensi dell’articolo 650 del codice penale, che prevede l’arresto fino a tre mesi o una ammenda di 206 euro.

Intanto gli ultimi dati aggiornati a ieri sera parlano di 42 nuovi casi positivi a Coronavirus riscontrati in Puglia (in totale sono 200), di cui 7 in provincia di Brindisi. Per fortuna a Fasano non vi è alcun contagiato.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *