Canile sanitario, “CObriAss”: «Nulla è stato fatto dal Sindaco per procedere all’apertura»

Attualità Secondo Piano

La dichiarazione del coordinamento per le associazioni animaliste

FASANO – «Rendiamo pubblica la decisione del Comune di Fasano di non rendere ATTIVO ancora ad oggi il canile sanitario, i cui lavori sono stati finalmente ultimati a Settembre con l’ultima aurorizzazione ASL in cui definisce l’agibilità dello stesso». A dichiararlo è CObriAss, il Coordinamento di Brindisi per le Associazioni Animaliste e Ambientaliste.

«Il lavori della struttura hanno inizio nel 2018, nel settembre 2019 si conclude l’ultima autorizzazione ma ad oggi nulla è stato fatto dal Sindaco per procedere all’apertura del canile sanitario.

Continua la città di Fasano a spendere in ricoveri in cliniche private per il soccorso e la cura degli animali con enorme dispendio della spesa pubblica.

Da anni l’associazione “QuattroZampe nel cuore” svolge il suo servizio di volontariato in aiuto dei randagi e piu’ volte ha sollecitato la stessa amministrazione ad accelerare i lavori per l’apertura del sanitario.

Cosa comporterebbe cio’?

  1. I cani sarebbero seguiti nella profilassi e cure primarie a carico dell’asl e i volontari avrebbero la possibilita’ di supportare i cani nell’adozione.
  2. Il passaggio nel canile sanitario da’ tracciabilità dei cani randagi del territorio e si possono evitare trasferimenti illegittimi nelle pensioni.
  3. La struttura inevitabilmente ancor prima dell’utilizzo rischia il deterioraramento .

Continuiamo a denunciare che girano troppi soldi intorno ai cani e ai canili privati!

Il coordinamento, pertanto, ha richiesto celermente un incontro con il Sindaco Zaccaria e l’ingegnere al ramo contestualmente al veterinario dirigente per avere tutti i  chiarimenti  per cui una struttura in cui sono stati investiti importanti soldi pubblici al momento risulta ancora inattiva».

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *