Archivi comunali, arriva la dematerializzazione

Attualità Prima Pagina

Ad annunciarlo l’assessore Gianluca Cisternino

FASANO – Il settore Urbanistica e Sviluppo del Territorio del Comune di Fasano, attiverà la dematerializzazione degli archivi comunali mediante archiviazione e digitalizzazione con formazione della banca dati degli archivi delle pratiche edilizie e urbanistiche tramite il servizio di “Scan on demand”.

Attraverso una delibera di Giunta, in data 17 aprile, si è espresso parere favorevole all’introduzione di questo strumento informatico, peraltro in linea con le disposizioni dell’Agenda Digitale Italiana in materia di dematerializzazione degli archivi comunali, il quale faciliterà di molto le richieste di accesso agli atti e la visione delle pratiche edilizie.

Questo è quanto afferma l’assessore Gianluca Cisternino: “in un’epoca in cui le informazioni digitali nelle organizzazioni hanno subito una crescita esponenziale, influendo sul modo di vivere la quotidianità e la condivisione delle informazioni stesse, è diventato sempre più necessario adottare delle soluzioni adatte alla digitalizzazione dei documenti cartacei e alla gestione globale di quelli elettronici; il processo di archiviazione e conservazione dei flussi documentali in forma digitale è un fattore, quindi, fondamentale per garantire nel tempo l’integrità, la provenienza e la replicabilità dei documenti”.

Le pratiche Edilizie archiviate e dislocate, peraltro, in diverse sedi del settore urbanistico, si datano in un arco temporale che va dal 1953 all’anno 2016, in quanto con l’istituzione del SUET, la documentazione prodotta a partire dall’anno 2017 è in formato digitale.
Con la dematerializzazione dell’intero archivio, si contribuisce, quindi, ad una riduzione complessiva dei tempi di attesa per ottenere la documentazione da parte dei cittadini e dei professionisti; la digitalizzazione dell’archivio storico delle pratiche edilizie e urbanistiche permette, inoltre, un trattamento omogeneo delle informazioni costituite in un’unica banca dati catalogata per gruppi omogenei e metadati.

Questa radicale trasformazione, afferma inoltre l’assessore Gianluca Cisternino, porterà benefici sia agli uffici che agli utenti, in quanto comporterà una maggiore disponibilità di spazi comunali (meno aree da dedicare agli archivi), possibilità di disporre dei documenti attraverso un archivio strutturato e accessibile da qualunque postazione, condividendoli anche via web, la possibilità di archiviare digitalmente anche documenti datati e, cosa molto importante, la possibilità di recuperare le informazioni in tempi rapidi.

Attraverso l’introduzione di questo nuovo strumento innovativo, si aggiunge una nuovo paragrafo all’elenco delle migliorie che l’amministrazione Zaccaria sta apportando per rendere più efficiente L’Ufficio Urbanistica, dopo l’adozione dello strumento SUET e della pagina wbGIS del SIT.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *