La famiglia di Giovanni Custodero ringrazia la città: «Non è facile, ma vi sentiamo vicini»

Attualità Prima Pagina

Consegnato alla famiglia, nelle ultime ore, il ricavato della raccolta fondi

FASANO – “Con questo messaggio intendiamo ringraziare tutta la città per la vicinanza mostrata alla nostra famiglia in questo delicato momento. Vogliamo farlo, inoltre, per tutto l’affetto dato a Giovanni durante la sua battaglia, seppur la sua lotta si sia improvvisamente fermata, lasciando in noi un vuoto che facciamo ancora fatica a descrivere e che sarà impossibile colmare”.

E’ questo il messaggio che la famiglia del caro Giovanni Custodero, il guerriero sorridente che ha toccato i cuori di tutta la nazione, ha voluto diramare qualche minuto fa alla stampa.

“Prima di scegliere di entrare in sedazione profonda – continua il messaggio – Giovanni ci ha chiesto di portare avanti alcuni importanti progetti che lo vedevano già impegnato nell’aiutare chi, come lui, ha combattuto e combatte contro questo male.

Nelle ultime ore ci è stato consegnato il frutto della gara solidalale alla quale molti di voi, tramite la raccolta fondi attivata sulla piattaforma Facebook, hanno contribuito. Per questo motivo siamo qui a rendervi conto di come sarà impegnata la somma raccolta e vi ringraziamo, uno per uno, assieme a chi ci ha sostenuto in maniera diretta.”

Con la raccolta fondi, infatti, è stata totalizzata una somma di oltre 11 mila euro – come visibile sulla piattaforma Facebook – consegnata ieri alla famiglia di Giovanni.

Al netto delle spese sostenute per il funerale del nostro caro Giovanni, abbiamo deciso di devolvere – come lui ci ha richiesto – una somma a favore delle seguenti associazioni: “Il Fasano siamo noi”, ASD “Olistik Training” e “Humanamente”.

Un’altra parte della raccolta è stata devoluta ad una famiglia che versa in precarie condizioni economiche, e che ha al suo interno una bambina di appena 5 anni che combatte contro una malattia rara. È una famiglia che il nostro Guerriero ha conosciuto in ospedale e che ci ha chiesto di aiutare con gesti concreti.

A breve sarà inoltre riaperta l’associazione “Giovanni Custodero – Il Guerriero Sorridente”, ad opera di nostra figlia Mariana, e si farà promotrice di ogni tipo di attività in ambito socio-sanitario.

Cercheremo di tenervi informati su tutte le iniziative che metteremo in cantiere. Vi ringraziamo ancora per l’affetto e l’amore che ci avete mostrato e che continuate, quotidianamente, a darci.

Non sarà facile superare questo momento ma sapendovi vicini, proveremo a lenire il nostro dolore.

Grazie, ad ognuno di voi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *